Immagine non trovata

In questi giorni la Dirigente all’Urbanistica Arch. Romagna, su proposta dell’Arch. Vacca, ha emesso 36 provvedimenti di liquidazione, per circa 200.000€ di valore, per persone che avevano diritto ai rimborsi e hanno completato l'iter con relativa rendicontazione.

Nelle prossime settimane si continuerà a portare avanti i procedimenti per concludere il prima possibile le liquidazioni a tutti gli aventi diritto.

Si è partiti nel liquidare chi aveva subito danni entro i 5.000€ per poi passare agli altri.

Speravamo di riuscire ad accelerare i tempi, ma l’assenza ormai cronica di personale e la mole di lavoro quotidiano di cui sono caricati gli uffici non lo hanno consentito.

Ricordo che per far riconoscere rimborsi ai danneggiati, il Comune entro i primi 5 giorni post tornado, ha inviato alla Regione una relazione con tutti i luoghi, le attività e gli immobili danneggiati per il riconoscimento dello Stato di Emergenza, convalidato dopo pochi mesi.

Di seguito vi riporto i 7 passaggi principali stabiliti dalla Regione.

1) decreto del commissario n. R00002 del 20/11/2018, presentazione dell'istanza su scheda B.1 o B.2 per le abitazioni principali e per l'immediata ripresa delle attività economiche; (per pec)


2) Decreto del commissario n. R00068 del 19/04/2019, presentazione dell'istanza di conferma (allegato A1 o A2) o presentazione di nuova istanza (mod. B o C); (per pec)


3) decreto del commissario n. R00128 del 05/06/2019, approvazione delle linee guida per l'istruttoria delle istanze e conseguenti richieste di integrazione documentale (per pec);


4) decreti del commissario n. R00204 e n. R00205 del 18/09/2019 con approvazione elenco dei privati ammessi, decreti del commissario n. R00209 e n. R00210 del 25/09/2019 con approvazione elenco delle attività economiche ammesse, decreti del commissario n. R00017 del 17/02/2020 e n. R00022 del 26/02/2020 con approvazione elenco delle attività agricole ammesse;


5) da ottobre 2019 ad aprile 2020 invio delle notifiche di ammissione al contributo e richiesta, per gli interventi conclusi, di presentazione dei documenti originali e delle fatture (in sede);


6) da febbraio 2020 sorteggio per i controlli a campione e comunicazione al soggetto sorteggiato, con richiesta di produrre i documenti a comprova delle dichiarazioni rese nell'istanza (in sopralluogo);

7) da aprile 2020, per tutti gli interventi conclusi e non sorteggiati, invio delle richieste di dichiarazione circa eventuali detrazioni fiscali per le fatture presentate, e delle coordinate del conto corrente (per pec ed eventualmente anche in sede, a fine emergenza);


8) in corso le ordinanze sindacali con approvazione della rendicontazione di ciascun intervento concluso e non sorteggiato.


Pierpaolo Marcuzzi
Assessore all’Urbanistica
Città di Terracina

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 16 Settembre 2020