Deliberata l’estensione delle concessioni balneari al 2033

Sindaco Tintari e assessore Percoco: "Volontà dell’Amministrazione che tiene conto delle peculiarità del settore. Gestori hanno avviato percorso virtuoso e investimenti”

Data:
30 Aprile 2020
Immagine non trovata
L’Amministrazione Comunale di Terracina ha deliberato l’estensione delle concessioni balneari al 31 dicembre 2033, secondo quanto disposto dalla Legge n.145 del 30 dicembre 2018 e illustrato dalla nota esplicativa della Regione Lazio del 9 aprile 2019.
 
“Si tratta – afferma il sindaco Roberta Tintari - di una chiara manifestazione della volontà dell’Amministrazione Comunale di accedere all’estensione della validità al 31.12.2033, secondo quanto disposto dalla legge 145 sulle concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreative. Ora bisognerà attendere il vaglio della Regione Lazio, ente competente sulla materia, oggi particolarmente delicata per le indicazioni intervenute attraverso la normativa europea contenute nella direttiva Bolkestein. Il nostro è un atto di indirizzo che vuole tenere in debita considerazione la peculiarità del settore balneare della nostra città e della nostra nazione”.
 
L’assessore al Demanio Marittimo e Attività Produttive Gianni Percoco spiega che “il provvedimento è stato fortemente voluto dall’Amministrazione e rappresenta il pensiero di molti cittadini terracinesi e italiani che desiderano tutelare la antica tradizione degli operatori balneari, aziende a conduzione familiare che hanno fatto la storia della nostra riviera e che oggi si stanno adoperando, con copiosi investimenti e aggiornamenti, per migliorare notevolmente l’offerta di servizi alla clientela. Negli anni si è trasformata l’accezione dello stabilimento balneare, oggi molto più dotato di servizi e attrattivo per tutte le fasce di età, senza però rinnegare la tradizione. Terracina è ininterrottamente Bandiera Blu dal 2015 e Bandiera Verde dei Pediatri italiani dallo scorso anno, a testimonianza di un percorso virtuoso che anche i gestori hanno saputo avviare e proseguire negli anni. Speriamo che questa volontà possa essere confermata dalle decisioni degli enti preposti”.

Ultimo aggiornamento

Domenica 04 Ottobre 2020