Museo Civico "Pio Capponi"

Data:
14 Giugno 2019

Il Museo civico "Pio Capponi" occupa il primo livello della Torre Frumentaria, edificio del XIII secolo prospettante l'area monumentale del Foro Emiliano, nel cuore del centro storico alto. L'Istituto fu fondato nel 1894 per dare organica sistemazione ai reperti provenienti dal territorio ed ai materiali che lo scavo condotto nel sito archeologico del santuario di Monte S. Angelo stava restituendo in quegli anni. Il nucleo originale della raccolta museale, ospitata nei locali al piano terreno dell'emiciclo di Piazza Garibaldi, già agli inizi del 1900 si arricchì grazie alle donazioni effettuate da eminenti famiglie locali e dallo stesso Pio Capponi, fondatore e direttore dell'Istituto, al quale si deve nel 1907 la redazione del primo inventario dei materiali. La collezione negli anni Trenta fu trasferita e riorganizzata in una nuova vicina sede, attualmente occupata dell'Istituto Professionale. Durante gli ultimi eventi bellici la raccolta subì perdite consistenti, fortunatamente compensate dai successivi incrementi, dovuti a rinvenimenti e recuperi effettuati sul territorio. Il più recente riordinamento, curato nel 1999, si pone in rapporto di continuità con gli interventi realizzati agli inizi degli anni Sessanta, periodo al quale risale il trasferimento della raccolta nel nuovo Palazzo comunale, ricostruito nella città alta.

Testi e immagini a cura di: Archeoclub d'Italia - Sede di Terracina

Ultimo aggiornamento

Domenica 29 Novembre 2020