Terracina. Parte l’iniziativa del Comune per regolare la raccolta dei beni di prima necessità da destinare ai cittadini ucraini. 

Data di pubblicazione:
03 Marzo 2022
Terracina. Parte l’iniziativa del Comune per regolare la raccolta dei beni di prima necessità da destinare ai cittadini ucraini. 

COMUNICATO STAMPA

Terracina. Parte l’iniziativa del Comune per regolare la raccolta dei beni di prima necessità da destinare ai cittadini ucraini. 

Il Comune di Terracina ha allestito il luogo in cui far convergere e conservare generi alimentari e altri prodotti di prima necessità già raccolti e destinati ai cittadini ucraini. A tal proposito è opportuno procedere alla comunicazione di una serie di informazioni e indicazioni emerse nella riunione odierna tenutasi con il Prefetto, il Presidente della Provincia e tutti i sindaci. 
Ad oggi non esiste alcun canale ufficiale di trasferimento di aiuti materiali in Ucraina. Infatti, né la Croce Rossa, né la Protezione Civile sono autorizzati a sostenere raccolte materiali. Come concordato nella riunione, il locale del Comune, in questa prima fase, ha lo scopo di immagazzinare gli aiuti già raccolti da associazioni e organizzazioni sul territorio e regolarne la distribuzione. In questo senso la Protezione Civile Comunale è autorizzata a gestire il magazzino. Ad oggi, le donazioni generosamente effettuate dai cittadini e raccolte dalle associazioni, risultano già essere copiose, quindi il consiglio è di rallentare la raccolta, onde evitare sprechi e spese inutili. Sarà cura del Comune informare i cittadini circa le necessità oggettive e le possibilità di destinazione dei beni raccolti. È opportuno, in questo momento, concentrare gli sforzi di tutti, delle amministrazioni e delle reti solidali, sull’accoglienza nei nostri comuni di eventuali profughi di guerra che arriveranno attraverso i canali ufficiali del Governo italiano o per vie ufficiose, tramite rapporti con parenti o conoscenti già presenti in Italia. Nella nostra città sono già arrivate alcune famiglie dall’Ucraina e anche a loro saranno destinati questi aiuti già raccolti. La ASL sta inviando a tutti i comuni una nota contenente le indicazioni per la tutela sanitaria (vaccinazioni, cure, presa in carico dal sistema sanitario regionale).  È necessario attrezzarsi per l’accoglienza, l’integrazione e, ovviamente, per l’assistenza materiale. 

Il luogo allestito è un locale sito in via Badino n.151. A partire da venerdì 4 marzo, sarà aperto tutti i giorni, domenica compresa, con orario 10,30-12,30 e 15,30-17,30.

È utile ricordare che non è consentito effettuare donazioni in denaro (il personale non è autorizzato a riceverle), che i prodotti ricevibili sono generi alimentari a lunga conservazione, no ai medicinali, sì ai prodotti per l’igiene personale. In caso di ulteriori necessità, verrà fornita tempestiva comunicazione. Si ringraziano tutte le associazioni che si stanno adoperando sul territorio, già note, quindi affidabili e mosse da sincera solidarietà. Invitiamo comunque i cittadini a usare prudenza e scegliere di affidarsi al locale comunale per evitare rischi di truffe da parte di qualche profittatore. La Prefettura sta mantenendo un costante contatto con tutti i sindaci della Provincia al fine di monitorare e regolare le iniziative da assumere.

 

Relazioni esterne
Staff del sindaco

Terracina, 3 marzo 2022

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 16 Marzo 2022