Concessioni balneari. Assessore Cerilli: “Nuova delibera concepita a tutela degli imprenditori balneari”.

Data di pubblicazione:
23 Febbraio 2022
Concessioni balneari. Assessore Cerilli: “Nuova delibera concepita a tutela degli imprenditori balneari”.

COMUNICATO STAMPA

Con la delibera di giunta dello scorso 17 febbraio, abbiamo preso atto delle due sentenze gemelle emesse dalle sezioni unite del Consiglio di Stato nello scorso mese di novembre in materia di estensioni delle concessioni balneari e del recente provvedimento del Governo Draghi che ha disposto il termine per tutti i concessionari alla data del 31 dicembre 2023. Ci tengo a evidenziare un aspetto fondamentale: abbiamo assunto il provvedimento a tutela degli imprenditori balneari perché, rispetto all’autunno del 2020, quando approvammo l’estensione fino al 2033 in base alla legge del Governo Conte, sono appunto intervenuti questi nuovi elementi che hanno radicalmente cambiato lo scenario. Se li avessimo ignorati, si sarebbero potuto innescare seri problemi per tutti. Penso, ad esempio, a balneari che sulla base dell'estensione al 2033, oggi negata da Consulta e governo, avrebbero investito risorse che andrebbero irrimediabilmente perdute, in caso di evoluzione a loro sfavorevole della vicenda normativa. Non avremmo certo potuto assumerci questa responsabilità, mentre con questa delibera possiamo attendere l'esito normativo della vicenda consentendo comunque altre due stagioni agli attuali concessionari. Appare chiaro a tutti che la posizione dei Comuni è di assoluto disagio, stretti tra normative contrastanti, le giuste esigenze degli imprenditori e la ovvia necessità di operare nella legalità. 


Questa amministrazione comunale conferma di sostenere e avere molto a cuore le sorti di una categoria, quella appunto dei balneari, che rappresenta un pilastro fondante della economia e del turismo della nostra città. Siamo consapevoli e convinti che i balneari di Terracina siano garanti di modelli di sana imprenditoria familiare. Tale convincimento ci ha portato, nel novembre 2020, a essere tra i primi comuni in provincia ad approvare una coraggiosa delibera di giunta con la quale si dava mandato agli uffici di procedere all'estensione delle concessioni al 2033 in conformità con la legge di Bilancio approvata a fine 2018 dal Governo Conte, nonostante il panorama di grande incertezza rispetto alla difficile interpretazione circa l'applicazione della normativa europea. Come detto, oggi sono intervenuti nuovi elementi che consigliano di non far correre rischi alle imprese locali. Una concessione demaniale messa a bando può essere più facilmente acquisibile da chi ha grandi disponibilità finanziarie, con il pericolo della distruzione di un tessuto economico radicato, con il concreto rischio di uno scarsissimo interesse per il valore sociale dell’impresa e per la convivenza in territori che hanno salde tradizioni alle quali le nuove imprese risulterebbero molto probabilmente estranee.    
In conclusione, l’amministrazione sarà pronta e lieta di recepire qualunque nuovo orientamento nazionale più favorevole per il comparto, possibilità che auspichiamo, al fine di garantire il miglior servizio per tutti, garantendo la legalità e la regolarità in tutti i procedimenti che si attueranno.


Barbara Cerilli
Assessore al Demanio
Città di Terracina

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 16 Marzo 2022